Tappe più importanti

Per molti, Amsterdam è la culla natale dei diritti LGBT. L'omosessualità fu depenalizzata come crimine nel 1811; il passo successivo fu il primo bar per omosessuali, aperto nel 1927. Una delle prime associazioni per i diritti degli omosessuali, la COC, fu fondata ad Amsterdam nel 1946. Nel 1987 la città inaugurò l'Homomonument, primo tributo al mondo ai gay e alle lesbiche morti durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel 1998 Amsterdam è si guadagnata il titolo di prima città, al di fuori del Nord America, ad aver ospitato l’evento internazionale Gay Games. I Paesi Bassi, inoltre, sono stati il primo paese al mondo ad aver legalizzato i matrimoni fra individui dello stesso sesso. Nel 2001 il sindaco di Amsterdam ha ufficiato nella capitale il primo matrimonio di coppie gay e lesbiche.
Scopri di più sulle tappe storiche dei diritti omosessuali ad Amsterdam.

La tradizione del Pride continua con orgoglio

Oggi Amsterdam continua a essere una delle destinazioni di viaggio più importanti per gay e lesbiche. Organizzato ogni anno a fine luglio o inizio agosto, l’Amsterdam Gay Pride è una delle più celebri manifestazioni di orgoglio omosessuale in tutto il mondo. L’evento, ogni anno sempre più coinvolgente, include la famosa sfilata lungo i canali: con quasi 500.000 visitatori, è di sicuro uno degli appuntamenti annuali più grandi ospitati in città.  Il tema L'Amsterdam Gay Pride di quest'anno è Condivido (Share) Condividi amore, amare le differenze. Ulteriori informazioni sul messaggio importante che guida Amsterdam Gay Pride.
Ecco alcuni dei più recenti riconoscimenti internazionali:

  • Nel 2008, l’edizione di Amsterdam è stata proclamata miglior Gay Pride d’Europa.
  • Nello stesso anno ha vinto il Welcome Award come evento più ospitale di Amsterdam.
  • Nel 2009, è stato uno dei cinque eventi nominati come miglior evento gay del mondo.
  • Nel 2010, ha vinto un premio nella categoria “Best City Event Promozione” dei Paesi Bassi.

Scopri di più sull’Amsterdam Gay Pride.

Dove dormire, fare shopping, mangiare, bere e uscire la sera

Tutti i visitatori LGBTI - lesbiche, gay, bisessuali, transgender o intersessuale - non hanno bisogno di cercare le bandiere arcobaleno per trovare hotel, ristorante o bar ospitali e dalla mentalità aperta. L’attitudine “gay-friendly” permea quasi ogni angolo della città – tra pub, club e locali, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Gay & lesbiche ad Amsterdam

Naturalmente la scena LGBTI di Amsterdam non è pensata esclusivamente per i visitatori. In città esistono numerose strutture e organizzazioni per la locale comunità LGBT. Tra queste, palestre, punti di ritrovo, librerie, biblioteche, servizi di consulenza e molto altro ancora.

Punto informativo ad Amsterdam

Pink Point è il punto di informazioni ufficiale ad Amsterdam per gay e lesbiche; è situato accanto al monumento Homomonument sulla piazza Westermarkt. Pink Point offre spiegazioni sull’Homomonument, nonché informazioni di carattere generale sulla comunità gay e lesbiche di Amsterdam. Composta da volontari cordiali e competenti, distribuisce volantini e materiale di organizzazioni locali.