Frontoni

Ad Amsterdam esistono tanti splendidi e peculiari edifici da scoprire – a partire dalla casa più stretta del mondo fino alla casa dalle tante teste. Leggi e scopri di più sulla storia e sulla posizione di queste costruzioni uniche. Scorri l’elenco per individuare le case più stravaganti.

Le ultime case di legno: Amsterdam è famosa per gli edifici in mattoni, ma non è sempre stato così. In origine nel Medioevo le case erano di legno, ma dopo i devastanti incendi del 1451 e 1452 che ridussero in fumo gran parte della città non fu più consentito erigere edifici con le facciate in legno. Nel 1669, la costruzione in legno fu proibita. Oggi le uniche due case in legno rimaste si trovano nel cortile Begijnhof al numero 34 e lungo la via Zeedijk al civico 1.

La casa più antica di Amsterdam: situata nel cortile Begijnhof 34 e nota con il nome di Houten Huys (casa di legno), è la più antica di Amsterdam e risale al 1425. È parte di un complesso un tempo destinato a una comunità religiosa per sole donne e vanta una facciata in legno in stile gotico. Attraverso una porticina si arriva in questo splendido cortile, un paradiso di quiete nel centro di Amsterdam. Anche se la casa nel Begijnhof 34 è la più antica, il primato di edificio più datato va alla Oude Kerk (la Chiesa Vecchia), consacrata nel 1306.

Le case più strette di Amsterdam: famose per essere lunghe e strette, le case di Amsterdam rappresentano una soluzione intelligente al vecchio metodo di tassazione basato sull’ampiezza della facciata. Una delle case più strette al mondo si trova lungo il canale Singel al numero 7. Questo edificio largo un solo metro è infilato tra due case più grandi. Ma l’apparenza può ingannare: ciò che sembra l’ingresso è in realtà il retro dell’abitazione. La casa più piccola si trova, invece, nella via Oude Hoogstraat 22 accanto alla East India House, fiera dei suoi 2.02 metri di larghezza e dei suoi 6 metri di profondità.

La casa più ampia di Amsterdam: la Trippenhuis (Casa Trip) fu costruita nel 1666 per i ricchi fratelli Trip ed è notoriamente considerata la residenza più ampia di Amsterdam in virtù dei suoi 22 metri di lunghezza. I fratelli Trip fecero fortuna grazie al commercio di armi – per questo sulla facciata della casa spiccano camini a forma di mortai e cannoni. La leggenda racconta che sempre i fratelli costruirono di fronte alla propria residenza una casa molto stretta per esaudire il desiderio del loro cocchiere che così lo formulò: “Sarei davvero felice se potessi avere una casa larga anche solo come l’ingresso dell’abitazione dei miei padroni”.

Het Huis met de Hoofden (La Casa con le Teste): risalente al 1622, deve il proprio nome alla facciata decorata con garguglie, pilastri e teste. È situata in Keizergracht 123 ed è uno splendido esempio di un tipico edificio di Amsterdam perfettamente conservato.

Meraviglia per meraviglia, dopo le case strette prestate attenzione alle piastrelline decorate che molte case hanno a metà strada verso il frontone. L’usanza risale al Medioevo quando in molti, non sapendo leggere, le usavano per identificare il nome o la professione del proprietario dell’abitazione. Buttate un occhio a una delle oltre 650 piastrelline che si sono conservate in tutta Amsterdam e provate a indovinare le professioni rappresentate.

Se questo articolo ha stuzzicato il vostro interesse per l’architettura, non perdetevi l’ARCAM Centre for Architecture. Ospitato in un edificio sorprendente, l’ARCAM è una sosta eccellente per avere informazioni sulle mostre di architettura o sugli edifici interessanti situati in tutta Amsterdam.