Il meglio di Amsterdam in 3 ore o poco più

I suggerimenti sono pensati per visitare Amsterdam in una mattinata o in un pomeriggio. Prendetevi almeno tre ore per vedere tutto, ma se siete di fretta, scegliete uno o due consigli. Se viaggiate in aereo, calcolate bene i tempi necessari per tornare in aeroporto.

Crociera nei canali

Dirigetevi in Stazione Centrale o in uno dei tanti punti di imbarco di Amsterdam per una crociera nei canali. Per una breve introduzione alle bellezze cittadine, scegliete uno dei tour di un’ora, come per esempio 100 Highlights Cruise.

Fiori e souvenir

Fate una sosta al mercato dei fiori galleggiante e scattate qualche foto all’icona più nota ed esportata dei Paesi Bassi. Se amate i souvenir, questo è il posto giusto per acquistare zoccoli di legno o portachiavi a forma di mulino a vento. Se siete tipi da shopping serio – abiti, scarpe e prodotti per la casa – fate un salto nelle vicine Kalverstraat, Leidsestraat e Negen Straatjes (9 stradine), tutte a pochi passi dal mercato dei fiori.

Un po’ di cultura

Fate tappa in un museo per entrare in contatto con la ricca eredità culturale di Amsterdam. Per una visita di un’ora e non oltre, scegliete un’attrazione poco affollata, per evitare lunghe code. A seconda dei vostri interessi, vi suggeriamo l’Amsterdam Museum (storia), il Begijnhof (un rilassante cortile semi-nascosto), il FOAM o l’Huis Marseille (fotografia), Ons’ Lieve Heer op Solder (una chiesa clandestina nascosta in una soffitta), Rembrandthuis (arte) o uno dei musei sui canali (la vita nel Secolo d’Oro).

Un tipico assaggio di Amsterdam

Non lasciate la città senza aver provato almeno un prodotto tipico olandese! Da Wynand Fockink assaggiate un liquore o il celebre gin, De Prael è l’ideale per una birra eccellente prodotta nel cuore del Quartiere a luci rosse. In quasi tutti i caffè bruni della città non mancano le specialità alcoliche, oltre alle famose bitterballen, lo snack per eccellenza. Se è troppo presto per un aperitivo, rifatevi con un pancake, un cartoccio di friet con maionese, le celebri patatine fritte, o un assaggio di aringa cruda, acquistabile in una delle tante bancarelle di pesce sparse in città.

Anche se la tentazione di fermarvi più a lungo è forte, tenete d’occhio l’orologio e assicuratevi di non perdere treni, bus e aerei verso la vostra prossima destinazione. Forse questa breve introduzione vi sarà stata d’aiuto per pianificare una permanenza più lunga ad Amsterdam.